biografia

Giuseppe Lanzillo di professione odontotecnico, nasce a Napoli il 06/01/1913 e muore a Bologna il 05/02/2005.
L'attività pittorica è durata uno spazio estremamente breve nella sua vita, non più di 13-14 mesi, ed è stata improvvisa, violenta, estremamente prolifica in quanto ha realizzato circa 230 tele, e come improvvisamente è iniziata altrettanto rapidamente e drasticamente si è conclusa. Tutto questo è avvenuto in età matura, intorno ai 58 anni, in un periodo caratterizzato da eventi personali onirici, talmente originali, da essere studiati dal gruppo di studi di parapsicologia di Bologna, diretto dal Dottor Cassoli, e di cui faceva parte anche il Prof. Bertiglia e il Dottor Massimo Inardi, che i meno giovani ricordano brillante partecipante, e vincitore televisivo, in una delle trasmissioni di maggior successo dell'epoca.
Senza voler scomodare fenomeni che esulano dalla quotidiana routine della vita, è certo che senza studi specifici e senza istruzione tecnica, all'improvviso nostro padre ha ricoperto di colori le tele. Questa mancanza di conoscenze specifiche ha fatto si che i quadri siano l'espressione più sincera e pura del suo stato d'animo, dei suoi sogni, dei suoi pensieri più nascosti, ed anche espressione grafica delle sue poesie che ogni tanto abbozzava sul primo pezzo di carta bianca che gli capitasse nelle mani.
E' certo che a noi figli i suoi quadri sono piaciuti, come sono piaciuti a tante altre persone che hanno frequentato, e frequentano le nostre case, dove sono appesi alle pareti.
Ed è in questa ottica, che abbiamo preso lo spunto della mostra per incontrare conoscenti ed amici che lo hanno conosciuto, in un doveroso ricordo per tutto quello che ci ha insegnato e lasciato in eredità.

I figli
Maria Luisa, Paola e Alvarez
.